mercoledì 8 dicembre 2010

anche un uomo lo può fare!

dedicato agli amici "casalinghi".... (e voi ragazze non sottilizzate sulle righe dritte, ok???!!!)
 ^_^

venerdì 3 dicembre 2010

a Mauro

Ieri pomeriggio ci siamo detti "ciao, a domani!", con la solita nonchalance che usa fra colleghi.
Oggi, dobbiamo dirti "addio".

Eri con noi da pochi mesi, ma l'abbiamo scoperto solo oggi, perché eri davvero diventato in pochissimo tempo parte del nostro gruppo come se ci fossi sempre stato. Da infermiere appassionato e competente avevi voluto "crescere" professionalmente, passare la tua esperienza ai giovani che iniziavano la carriera, così eri arrivato da noi nel marzo scorso.
Pensavamo che avremmo dovuto insegnarti un nuovo mestiere, invece oggi sei tu ad insegnare a noi a vivere, nonostante il dolore della tua scomparsa.

Grazie di essere stato il collega che tutti desidereremmo avere: professionale, corretto, gentile, disponibile, sempre sorridente e pieno di entusiasmo; ma sopratutto l'ottimo Amico con cui ridere e scherzare anche in momenti di massimo "caos" (...!!!). Marito e padre innamorato e affettuoso, lasci un grande vuoto.

Contiamo di incontrarti ancora, al prossimo "giro di giostra".
Buon Viaggio, Mauro.

lunedì 29 novembre 2010

il mio origami di Natale

...l'eleganza del gesto...!!

Rassegna sul Giappone a Parma

Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei

Abbiamo il piacere di segnalarVi l'appuntamento con Danza del III Millennio 2010



ARIGATO! Giappone

Venerdì 3, martedì 7 e sabato 11 dicembre 2009

Foto di Fabian

Programma:

Venerdì 3 dicembre 2010 - entrata gratuita
TCafè – Palazzo Dalla Rosa Prati, Parma
Nippon Happy Hour
Danza, Video e Fotografia
Dalle ore 18.30…
Mostra Fotografica
Le statue di Buddha nella terra di Yamato
di Kozo Ogawa
Con il patrocinio dell’Istituto Giapponese di Cultura di Roma


Martedì 7 dicembre 2010 - entrata gratuita
Libreria Battei, Strada Cavour 5, Parma
CasadeiLibri Editore – Giappone
Ore 18.00
Interverranno
Antonio Battei – editore
Loris Casadei – CasadeiLibri
David Santoro – scrittore
Monica Casadei – direttrice artistica Artemis Danza e Danza del III Millennio
Presentazione del libro Concerto in Sol Levante di David Santoro


Sabato 11 dicembre 2010
Teatro al Parco – Parco Ducale, Parma

Ore 19.00
Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei
Solo Giappone. Silenzi
Ideazione, regia e coreografia Monica Casadei
Coreografato e danzato da
Silenzi I Sara Muccioli
Silenzi II Emanuele Serrecchia
Silenzi III Gloria Dorliguzzo

Proiezione videofotografie
Giappone
di Fabian

Ore 20:00
Omaggio a Kazuo Ohno
con il patrocinio dell’Archivio Kazuo Ohno - Dipartimento di Musica e Spettacolo
Università di Bologna

Cortometraggi
Asia. Anima sola-Orizzonti e Artemis Danza Tour in Japan
di Emanuele Cervellini

Ore 21:00
Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei
Sole dell’anima sola. Giappone
Ideazione, coreografia, scene, luci e costumi Monica Casadei
Musiche originali Luca Vianini
In collaborazione con Civitanova Danza / AMAT

Ore 22:30
Arie famose dalla Butterfly di Puccini
Soprano Yumi Anna Yaginuma

Ore 23:00
Animal Science
Di e con Sayoko Onishi

Solo Giappone. Silenzio IV
Ideazione, regia e coreografia Monica Casadei
Coreografata e danzato da Vittorio Colella

Ore 24:00
Brindisi Finale
sulle note del pianista Riccardo Munari


BIGLIETTI
Prevendita dal 7 dicembre

tutta la serata euro 12, un solo spettacolo euro 6



INFO

Biglietteria Teatro al Parco (martedì-venerdì h 10.30 - 14.30) tel. 0521.993818 - biglietteria- at - briciole.it

Associazione Artemis Danza tel. 0521 798282 – info- at -artemisdanza.com - www.artemisdanza.com

martedì 23 novembre 2010

Garr Reynolds dal vivo (e agratis)

Lui è uno dei miei "guru" assoluti.
Scopro poco fa che sarà a Milano martedì 30 novembre, ad un incontro GRATUITO.

... e secondo voi me lo posso mancare??

NO - risposta esatta! ;-D

martedì 16 novembre 2010

resto perché sono Italiana

e mi emoziono a vedere la mia storia - anche la mia storia - in queste immagini.


(e scusatemela, anche per gli uomini belli come il Liga!!)

lunedì 8 novembre 2010

URGE: scegliere fra Paura e Amore

Grazie ad Alessandro e a Marco venerdì pomeriggio ho conosciuto Giampiero e Lucia

e così:

> -----Messaggio originale-----
> Da: Michela
> Inviato: lunedì 8 novembre 2010 14.59
> A: Marco
> Oggetto: ancora una volta, grazie!
>

> è stata un'esperienza a dir poco toccante, ma soprattutto mi sta spingendo a raccontarla a tutti quelli con cui parlo, e penso che sia importante anche solo questo - una piccolezza, lo so, ma intanto grazie, ad Alessandro e a te.
> Lo spettacolo è stato molto divertente, mi sono pentita di non averci portato mia figlia, ma il prossimo non se lo scampa!!
> Però "Nel" mi era piaciuto di più - sai se esiste una versione in CD da poter acquistare?
> Buon resto-di-giornata, arrivederci a presto!!
> Michela
>
>
Il 08/11/2010 15:31, Marco ha scritto:
>
> NEL è stato lo spettacolo di maggior successo.
>
> URGE è a ruota (mi ha detto il manager di Alessandro), ma non è agli stessi livelli … beh, c’è la crisi.
>
> … direi che hai messo il dito NEL, e quindi hai fiuto artistico.
>
> Non escludo di potertene far avere la registrazione, se mi dai un poco di tempo.

> Fai però qualche sforzo in più per ringraziare le persone giuste: trasmetterò ad Alessandro i sensi della tua gratitudine e della tua commozione (le mie le ho già comunicate dopo lo spettacolo di Sabato sera).
>
> Ricostruiremo l’Italia (povera, magari, ma giusta e solidale) anche a costo di usare violenza … “quella bella e buona, non quella brutta e cattiva”.
>
> Possibile che nessuno ambisca a una patria che non dimentica nessuno, soprattutto i più sfortunati, che, tra l’altro, il più delle volte, restituiscono ogni aiuto a tassi di usura, elargendo patrimoni immensi di carica spirituale?
>
> Perché mai non deve essere motivo di orgoglio per i sani, i forti e i fortunati poter dire che nessuno viene lasciato indietro e che il convoglio della nazione si muove al passo del più lento, che, con l’aiuto dei sani, dei forti e dei fortunati, potrebbe essere, in assoluto, anche piuttosto veloce?
>
> ciao
> Marco P.
>
-------- Messaggio originale --------
Oggetto: Re: R: ancora una volta, grazie!
Data: Mon, 08 Nov 2010 17:15:08 +0100
Mittente: Michela
A: Marco


Erano tante le domande che affioravano NELla mia mente durante l'incontro di venerdì pomeriggio, dal banalissimo "ma sente male (nel senso di dolore fisico)?" al "ma se non avesse trovato il modo di comunicare, sarebbe già morto?" ...
...per non dire del coraggio, della determinazione, della volontà di Lucia di "resistere", di guardare dritto in faccia, uno per uno, i problemi, o meglio, le persone che hanno potuto creare problemi invece di condividere e cercare soluzioni, anche le più ardite e inimmaginabili.
Abbiamo davvero delle "piste di atterraggio" così corte e una parola aleggia su tutto.... "PAURA"...!!

Un mio caro amico anni fa mi disse: "Si tratta di scegliere fra la Paura e l'Amore", e da allora questa "banale" distinzione mi è stata compagna nelle scelte della mia fin troppo facile vita.
Perchè è soltanto paura quella che si prova sentendo raccontare di disgrazie, anche ben minori di quella di Giampiero, ed è Amore la scelta di abbandonare le proprie comode "routine" (eh sì, la famigerata "zona di conforto" - di cui magari ci si lamenta tanto, prima...!) e andare in una direzione "diversa", certamente all'inizio più difficile ma tanto più ricca e appagante, potremo mai rendercene conto?
No, se non "osiamo", anche in assenza di disgrazie.
No, se non ci rendiamo conto di poter scegliere, ed è questa, (forse) oggi, l'origine delle nostre disgrazie.
O peggio, crediamo di poter scegliere, sì, fra una marca piuttosto che un'altra di cellulare, di un mare/una montagna per le ferie, fra un voto a destra piuttosto che a sinistra, fra una fede o una religione qualsiasi...

Ma la scelta primaria, quella scelta chè è di libertà interiore, e quindi più vera e inalienabile, no, è troppo difficile da fare, e faticosa da sostenere.
Eppure cambia il mondo! allora sì che potrei immaginare "una patria che non dimentica nessuno", una patria universale che forse già esiste e si sta propagando, a piccole dosi, o a dosi massicce come quelle che riesce a portare in giro Alessandro, nel suo modo stra-ordinario (*).
Più che la commozione vorrei esprimere a lui, e ai tanti più sconosciuti, una profonda gratitudine per ogni piccolo pensiero che sono riusciti a muovere nelle singole persone nella direzione della "vastità" massima - me compresa: non potrò dimenticarli.

Un abbraccio, Michela

(*) ps: GRAZIE di non portare queste persone in televisione: non riesco più a credere che qualcosa sia vero, lì dentro, e mi sarei persa una intensa emozione.
PS2: vorrei chiedere ad Alessandro cosa l'ha spinto ad intraprendere un percorso vicino a questo tipo di sofferenza, in quella zona di confine fra la vita e... un'altro tipo di vita?

giovedì 21 ottobre 2010

venerdì 8 ottobre 2010

notizie dal fronte!

Rivendichiamo l'atto rivoluzionario contro il sistema medico capitalista compiuto oggi con la liberazione del prigioniero "Ignazio" dal carcere hospital Villa Maria Eleonora di Palermo, seguirà ulteriore comunicato.
Fronte per la liberazione del cardiaco.

domenica 19 settembre 2010

Cinema&Acari al sabato sera

Deliziosissima serata cinefila "senza sconti" - nemmeno per l'ottima e abbondante cena!
Il programma della serata è stato effettuato come programmato, alla faccia della pioggia, tiè.
GRAZIE ACARI!

La locandina:

IL FUTURO E' IERI (La buona vecchia fantascienza contemporanea senza esplosioni né tettone)

Due cose fantascientifiche tra le meno viste del 2010... Ci sarà pure un motivo...

Fringe: Progetto Elephant
Diretto da: Joe Chappelle - Scritto da: Josh Singer. USA 2010. Durata: 42'.
Dodicesimo episodio della seconda stagione del serial ideato da J.J. Abrams. Gli episodi hanno spesso rimandi agli anni della guerra fredda, ma questo in particolare sembra ricalcarne anche le atmosfere cinematografiche.
[Presented in below-standard definition].

Moon
Un film di Duncan Jones (*). Con Sam Rockwell, Kevin Spacey (voce), Dominique McElligott, Kaya Scodelario, Matt Berry. Gran Bretagna 2009. Durata: 97'.

Pur non dimenticando il grande pubblico, è un film che seduce i cinefili, per i fuorvianti rimandi a classici del passato. In più è realizzato con quattro soldi, cosa che anche noi sapevamo fare bene un tempo.
[Presented in some high definition].
(*) il quale, nella "sfiga" di essere figlio di David Bowie, ci è piaciuto davvero!

lunedì 13 settembre 2010

Tutto l'Universo obbedisce all'Amore


(dedicato a me)


Rara la vita in due fatta di lievi gesti
e affetti di giornata, consistenti o no,
bisogna muoversi come ospiti pieni di premure
con delicata attenzione per non disturbare
ed è in certi sguardi che si vede l’infinito
Stridono le auto come bisonti infuriati,
le strade sono praterie
accanto a grattacieli assonati
come possiamo tenere nascosta la nostra intesa
ed è in certi sguardi che si intravede l’infinito
tutto l’universo obbedisce
all’amore, come puoi tenere
nascosto un amore.
ed è così
che ci trattiene nelle sue catene
tutto l’universo obbedisce
all’amore
come possiamo tenere nascosta la nostra intesa
ed è in certi sguardi che si nasconde l’infinito

lunedì 6 settembre 2010

riprendi i tuoi passi

Riprendi i tuoi passi,
i progetti, i sogni.
Da capo getta
il seme della speranza
e della fiducia.

Ascolta la voce
che segretamente
ti chiama.
È questo il tuo tempo,
zeppo dei bisogni,
dei muti richiami
di tanti cuori.

Se cammini
è perché credi.
Riprendi allora
i tuoi passi
e cammina.

da una Vecchia Lupa ad una Lupetta "cresciuta", grazie Grande Amica!

sabato 4 settembre 2010

ho bisogno di poesia

Io non ho bisogno di denaro

Io non ho bisogno di denaro
ho bisogno di sentimenti
di parole
di parole scelte sapientemente
di fiori detti pensieri
di rose dette presenze
di sogni che abitino gli alberi
di canzoni che facciano danzare le statue
di stelle che mormorino
all'orecchio degli amanti.
Ho bisogno di poesia
questa magia che brucia
la pesantezza delle parole
che risveglia le emozioni e dà colori nuovi.

Alda Merini
Grazie, piccola Immensa "ape furibonda", della tua esistenza.

domenica 29 agosto 2010

sogno di tango

stanotte ho ballato il Tango con due ballerini eccezionali, molto diversi tra loro, ma ciascuno con uno stile molto "personale": il primo più "tecnico", il secondo decisamente più "seduttivo", entrambi molto molto coinvolgenti...
...altroché sì, i sogni son proprio desideri...


venerdì 27 agosto 2010

Let the dataset change your mindset.

And if it can do that, maybe it can also change your behavior.

Geniale viaggio nella rappresentazione visuale dei dati che ci circondano, davvero nuove affascinanti prospettive...

domenica 22 agosto 2010

Grazie per questo presente

Immenso Giorgio.



Ora che sono capace d'amare
probabilmente non ho più bisogno
di assassinare in segreto mio padre
né di far l'amore con mia madre in sogno.

Ora che sono capace d'amare
con il mio uomo non ho nemmeno
la prepotenza e la fragilità
di una donna bambina.

Ora che sono capace d'amare
voglio un uomo che ci sia davvero
che non affolli la mia esistenza
ma non mi stia lontano neanche col pensiero.

Voglio un uomo che se io accarezzo
una poltrona, un libro o una rosa
lui avrebbe voglia di essere solo
quella cosa.

Ora che sono capace d'amare
voglio un uomo che non cambi mai
ma dalle grandi alle piccole cose
tutto avrà un senso perché esiste lui.

Potrò guardare dentro al suo cuore
e avvicinarmi al suo mistero
non come quando io ragiono
ma come quando respiro.

Ora che sono capace d'amare
faccio l'amore come mi viene
senza la smania di dimostrare
senza chiedere mai se siamo stati bene.

E nel silenzio delle notti
con gli occhi stanchi e l'animo gioioso
percepisco che anche il sonno è vita
e non riposo.

Ora che sono capace d'amare
mi piace vivere un amore
che non abbia alcun appuntamento
col dovere

un amore senza sensi di colpa
senza alcun rimorso
egoista e naturale come un fiume
che fa il suo corso.

Senza cattive o buone azioni
senza altre strane deviazioni
che se anche il fiume le potesse avere
andrebbe sempre al mare.

Così voglio amare.

venerdì 20 agosto 2010

stasera al Parco della Lanterna

O Fado e a Vida, Armando Corsi





(in effetti ultimamente c'è un sacco di musica nella mia vita, vero? ^_^)

come ti comincio bene una giornata

...o finisco una serata... o anche a metà giornata... insomma in qualunque momento voi li incontriate...ballate!!



ps. e W Livorno, dé! ;)))

mercoledì 18 agosto 2010

we have all the time in the world

canzone semplicemente PERFETTA...


grazie EnzoZaff!

We have all the time in the world - abbiamo tutto il tempo nel mondo
Time ENOUGH for life - tempo abbastanza perché la vita
To UNFOLD - dispieghi
All the precious things - tutte le cose preziose
Love has in store - che l'amore riserva

We have all the love in the world - abbiamo tutto l'amore del mondo
If that's all we have - se questo è tutto ciò che abbiamo
You will find - scoprirai
We need nothing more - che non abbiamo bisogno d'altro

Every step of the way - ogni passo del cammino
Will find us - ci troverà
With the cares of the world - con le preoccupazioni del mondo
Far behind us - lontano dietro di noi

We have all the time in the world - abbiamo tutto il tempo nel mondo
Just for love - solo per l'amore
Nothing more - niente di più
Nothing less - niente di meno
Only love - solo amore

Every step of the way
Will find us
With the cares of the world
Far behind us
Yes

We have all the time in the world
Just for love
Nothing more
Nothing less
Only love

Only love

venerdì 13 agosto 2010

sarà capitato anche a voi di avere una musica in testa

sarà perchè è troppo bella!



(parole di Roberto Kunstler)

Dalla pace del mare lontano

Fino alle verdi e trasparenti onde
Dove il silenzio non ha più richiamo
E tutto si confonde
Dalle lagune grigie e nere
Dal faticare senza riposo
Dalla sete alla fame allo spavento
Al più segreto tormento
Avemmo padri avemmo madri
Fratelli amici e conoscenti
Ed imparammo a dare un nome nuovo
Ai nostri sentimenti
E così un giorno a camminare
Su questa terra sotto a un sole avaro
Per un amore che sembrava dolce e
E si é scoperto amaro

Ma è solo un’eco nel vento

Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde

E in mezzo al mare c’è un punto lontano

Così lontano dalle case e dal porto
Dove la voce delle cose più care
E’ soltanto un ricordo
Ma da quel punto in poi
Non si distingue più
La linea d’ombra confonde
Ricordi e persone nel vento

Avemmo padri avemmo madri

Fratelli amici e conoscenti
Ed imparammo a dara un nome nuovo
Ai nostri sentimenti
E così un giorno a camminare
Sopra la terra sotto al sole avaro
Per un amore che sembrava dolce
E si é scoperto amaro

Ma è solo un’eco nel vento

Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde

Ma è solo un’eco nel vento

Nel vento che mi risponde
Venga la pace dal mare lontano
Venga il silenzio dalle onde.

giovedì 12 agosto 2010

Sergio + Giorgio (+)

Dopo anni di ascolti e riascolti delle canzoni di Giorgio, scoprire Cammariere che canta l'"Impotenza" di Gaber, con questa intensità... è straordinario.
E se io posso emozionarmi per molto meno, ascolto bene il testo, sillaba per sillaba, e sono alle lacrime. Grazie, a entrambi tre, dal cuore.



...ma siccome LUI è il Grande Amore... per giustizia, e per il testo...



Io ti sfioro e non so quanto sia emozionante
tu mi guardi e mi chiedi se sono presente
io penso alla nostra impotenza, ad un gesto d'amore.
quel senso vitale che un po' si conosce
qualche cosa di dentro che affiora, che cresce
la voglia di credere ancora ad un gesto d'amore.
No, non dico l'amore che sappiamo un po' tutti
no, non dico l'amore che ci capita spesso.
Per amare io devo conoscere e amare me stesso.


Camminare in un posto, mangiare una cosa
sentire che sei in una stanza.
Adoprare le mani, toccare un oggetto
capire la sua consistenza.
Imparare a sentire il presente
in un tempo così provvisorio
esser giusti su un metro di terra
sentire che il corpo è in perfetto equilibrio.


Peccato, io non so mangiare
peccato, io non so dormire
non so camminare in un prato
non so neanche amare
peccato.


Io ti sfioro e non so quanto sia emozionante
tu mi guardi e mi chiedi se sono presente
io penso alla nostra impotenza, ad un gesto d'amore.
Io ti passo la mano sugli occhi un po' stanchi
poi mi accosto al tuo viso, al tuo seno, ai tuoi fianchi
e cresce la voglia di unirci in un gesto d'amore
no, non dico l'amore che si può anche fare
ma l'Amore.

mercoledì 11 agosto 2010

escravo da alegria



E eu que andava nessa escuridão,
De repente foi me acontecer.
Me roubou o sono e a solidão,
Me mostrou o que eu temia ver.
Sem pedir licença nem perdão,
Veio louca pra me enlouquecer.

Vou dormir querendo despertar,
Pra depois de novo conviver
Com essa luz que veio me habitar,
Com esse fogo que me faz arder.
Me dá medo e vem me encorajar,
Fatalmente me fará sofrer.

Ando escravo da alegria.
Hoje em dia, minha gente,
Isso não é normal.
Se o amor é fantasia,
Eu me encontro ultimamente
Em pleno carnaval.

E ho camminato in questa oscurità,
Improvvisamente mi stava accadendo.
Mi ha tolto il sonno e la solitudine,
Mi ha fatto vedere quello che temevo di vedere.

Senza chiedere il permesso o il perdono,
Egli è venuto per farmi impazzire.
Dormirò desiderando risvegliarmi,
Per vivere ancora una volta

Con questa luce è venuto ad abitare,
Con questo fuoco che mi brucia.
Mi spaventa e mi incoraggia,
Fatalmente mi farà soffrire.

Vado schiavo della gioia.
Al giorno d'oggi, gente,
Questo non è normale.
Se l'amore è fantasia,
Ultimamente mi trovo
in pieno Carnevale.

Acquarello

Stasera si canta, al concerto... ;))



sopra un foglio di carta
lo vedi il sole e' giallo
ma se piove due segni di biro
ti danno un ombrello
gli alberi non sono altro
che fiaschi di vino girati
se ci metti due tipi la' sotto
saranno ubriachi
l'erba e' sempre verde e se vedi
un punto lontano
non si scappa o e' il buon dio
o e' un gabbiano e va. . .
verso il mare a volare
ed il mare e' tutto blu
e una nave a navigare
ha una vela non di piu'
ma sott'acqua i pesci
sanno dove andare
dove gli pare non dove vuoi tu
ed il cielo sta a guardare
ed il cielo e' sempre blu
c'e' un aereo lassu' in alto
e l'aereo scende giu'
c'e' chi a terra lo saluta con la mano
va piano piano fuori da un bar,
chissa' dove va...
sopra un foglio di carta
lo vedi chi viaggia in un treno
sono tre buoni amici che
mangiano e parlano piano
da un'america all'altra
e' uno scherzo, ci vuole un secondo
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
un ragazzo cammina cammina,
arriva ad un muro
chiude gli occhi un momento
e davanti si vede il futuro gia'
e il futuro e' un'astronave
che non ha tempo ne' pieta'
va su marte va dove vuole
niente mai, lo sai, la fermera'
se ci viene incontro non fa rumore,
non chiede amore e non ne da'
continuiamo a suonare,
lavorare in citta'
noi che abbiamo un po' paura
ma la paura passera'
siamo tutti in ballo,
siamo sul piu' bello
in un acquarello che scolorira',
che scolorira'.
sopra un foglio di carta
lo vedi il sole e' giallo
ma scolorira'
e se piove due segni di biro
ti danno un ombrello
che scolorira'
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
che scolorira'.
che scolorira'.

martedì 10 agosto 2010

Ananas & Vaniglia

due "ingredienti" di una notte d'estate, che grazie ad Adina si trasformano in una deliziosa ricetta - da provare subito...



500 g di ananas tagliata a pezzetti
150 g di zucchero
mezzo bastoncino di vaniglia
un cucchiaino di semi di anice
mezzo limone

Fate macerare l'ananas a pezzetti con lo zucchero un paio d'ore. Spremete mezzo limone, tenete il succo, e fate macerare i semi in un bicchiere con un dito d'acqua. Portate a ebollizione la frutta e la stecca di vaniglia mescolando bene per circa un'ora, non schiumando, fintanto che la schiuma si è assorbita. Togliete la vaniglia, versateci l'acqua dove avete fatto macerare i semi del limone, date due giri col mixer a immersione, non frullando tutto, solo un po' (l'ananas è un frutto che tende a restare compatto), e metteteci i semi d'anice. Quando il composto non fila più sul cucchiaio, abbassate il fuoco, e aggiungete il succo del limone. Versate la marmellata ancora calda nei vasetti puliti e lavati, riempiendoli bene, chiudete e girateli sottosopra tutta la notte.

giovedì 5 agosto 2010

il mio primo haiku

fiduciosa passione
eterni consapevoli attimi
il vento fa il suo giro



posso fidarmi
amabili palpiti
vento che passa

venerdì 30 luglio 2010

Il gabbiano Jonathan Livingstone

"E, poi dopo, uno è pronto per la parte più difficile, più forte, ma anche più piacevole di tutte. Uno è pronto per volare verso le alte sfere, e arrivare a capire il segreto della bontà e dell'amore."
Ecco, a quel punto ho pianto.






[thanks for the photo]

domenica 18 luglio 2010

brividi estivi



So, so you think you can tell
Heaven from hell
Blue skies from pain
Can you tell a green field
From a cold steel rail?
A smile from a vail?
Do you think you can tell?
And did they get you to trade
Your heroes for ghosts?
Hot ashes for trees?
Hot air for a cool breeze?
Cold comfort for change?
And did you exchange a walk
On part in the war
For a lead role in a cage?
How I wish, how I wish you were here
We're just two lost souls
Swimming in a fish bowl
Year after year
Running over the same old ground
What have we found?
The same old fears
Wish you were here



Vorrei Che Fossi Qui

Allora, pensi di saper distinguere
il paradiso dall'inferno?
I cieli azzurri dal dolore?
Sai distinguere un campo verde
da una fredda rotaia d'acciaio?
Un sorriso da un velo?
Pensi di saperli distinguere?
E ti hanno portato a barattare
i tuoi eroi per fantasmi?
Ceneri calde con gli alberi?
Aria calda con brezza fresca?
Un freddo benessere con un cambiamento?
e hai scambiato un ruolo di comparsa nella guerra
con il ruolo di protagonista
in una gabbia?
Come vorrei, come vorrei che fossi qui
Siamo solo due anime sperdute
Che nuotano in una boccia di pesci
Anno dopo anno
Corriamo sullo stesso vecchio terreno
E cosa abbiamo trovato?
Le solite vecchie paure
Vorrei che fossi qui

venerdì 16 luglio 2010

lavori in corso

nei tempi lunghi e pigri di questi giorni vado a giocare con un po' con i nuovi layout, se ne sentiva davvero il bisogno!

lunedì 12 luglio 2010

venerdì 18 giugno 2010

memento...

NEMO AD IMPOSSIBILIA TENETUR

ogni tanto ricevo delle mail "carine", di ringraziamento per il lavoro che faccio.
Son soddisfazioni.

In quella di oggi il mittente, chiedendomi un favore, aggiunge il brocardo latino: non uno a caso, ma proprio quello che mi ci vuole, ecco.

[sed etiam no!] (cit. Alice!)

domenica 9 maggio 2010

le 100 ideeeeeeeeee

Originalissimi, Panorama e l'Espresso pubblicano in questa settimana l'immancabile guida alle nostre vacanze, oh, grazie, eh!!

Perchè infatti grazie a questi suggerimenti Paolo, che legge Panorama, andrà qui:

"Guardare fuori dal finestrino, leggere, fare conversazione riesce meglio seil treno è di lusso. Come a bordo del Royal Scotsman: 36 ospiti, cuccette comeletti, mobili antichi, posate d’argento e i panorami della Scozia. Sette notti a 9 mila euro a persona: www.royalscotsman.com."

io invece dall' Espresso ho scelto questo:

"Vulkana, una barca con Spa ormeggiata nel porto di Tromsø, Norvegia. L'interior design è di Sami Rintala che ha pensato a spazi caldi e rilassanti, con bagno turco, sauna a legna, piccola piscina cromoterapica, spazio per la meditazione. Può ospitare 12 persone e,in estate, salpa per piccole crociere per osservare le balene. http://www.polarsafari.no/"

E vooooooiiii, dove andrete quest'annoooo....
[sì, vabbeh.]

venerdì 7 maggio 2010

TATE MODERN GALLERY (London nostalgy...)

Un articolo di "Internazionale" fresco fresco di edicola (di questa settimana, Sommario 845 | 7 / 13 maggio 2010) (*) mi ha fatto venire voglia di partire SUBITO per Londra, a godermi questo gioiellino che ai tempi del mio soggiorno londinese non esisteva (mannaggia) e festeggia nel prossimo week-end i 10 anni di vita, quindi è tutto agratis....!

[Si accettano compagne/i di viaggio....!]


(*) Cultura (pag.74)
La galleria dei desideri - Alain de Botton
La Tate Modern compie dieci anni. È un simbolo per i cittadini britannici e un esempio di architettura sacra.

venerdì 16 aprile 2010

la Primavera ^_^

spiegata attraverso i pollini... (sì, le api, i fiori... e molto molto altro!!)

venerdì 19 marzo 2010

Profumi di primavera

Diffondo con estremo piacere questo invito: N.B. è AGGRATISSS!!

Gentili amici,

sì è vero, fa freddo, ma non è una buona ragione per intristirsi!

Mentre apettiamo il tepore della primavera possiamo sempre parlare dei suoi profumi e delle sue suggestioni: il quinto incontro del ciclo "Il linguaggio della profumeria d'Autore", s'intitola "La primavera e le sposine: fiori d'arancio, di violetta, di giacinto e di mughetto profumano i giorni più belli dell'anno" e si svolgerà martedì 23 marzo dalle ore 18 alle 19.30 nello store "Caleri" di Via XXV Aprile (tel. 010 581312).

Faremo anche un giretto tra spezie e legni, visto che alcuni partecipanti erano particolarmente interessati a queste essenze!

Allora vi aspetto per un viaggio profumato nella primavera!
Saluti a tutti,

Marika

rimborso TARSU

Non so dirvi se tutti i Comuni d'Italia "c'hanno provato" (a Genova sì), guardate le vostre bollette. Nel dubbio invio a tutti, con preghiera di diffusione.


Una volta tanto una buona notizia!
Nella speranza di farVi cosa gradita, leggete questa notizia passata abbondantemente sotto silenzio!!
La cassazione ha stabilito che la tassa dei rifiuti è di fatto una tassa e non una tariffa; di conseguenza hanno applicato l'iva su un importo dove non doveva essere applicata in quanto appunto "tassa".
Pertanto tutti gli utenti hanno diritto al rimborso del 10% dei 10 anni retroattivi, inoltre controllando sul sito "federconsumatori" si evince che chi richiede il rimborso (che come al solito arriverà, lentamente ma arriverà) bloccherà di fatto l'iva sulle prossime fatture. Chi non lo fa si troverà a continuare a pagare tutto come prima perché, come capita solo in Italia, gente come anziani o fasce inferiori che non sanno i loro diritti non ne usufruiscono "in automatico", ma solo se se ne accorgono e fanno richiesta.

Fate girare comunque tale comunicazione che, come al solito, i mezzi di comunicazione non ne parlano.
Visitate anche questo sito
http://www.consulenza-ricorsi.com/tarsu-tassa-rifiuti-ricorso-rimborso-iva/

MASSIMA DIFFUSIONE !!
[grazie Ritaz!]

lunedì 8 marzo 2010

OTTO MARZO, PER QUELLE CHE....

A
quelle che hanno portato gli zoccoli
a quelle che sanno fare i
tortellini
e dipingere la Gioconda non è proprio la stessa cosa.
A
quelle che parlano di sessualità alle figlie
senza vergognarsi.
A
quelle che non imitano gli uomini.
A quelle che fanno tre cose
contemporaneamente
ma non lo trovano tanto giusto.
A quelle che hanno
scelto di essere madri
e a quelle che hanno scelto di non esserlo.
A
quelle che l'8 Marzo non è S.Valentino
(sai che te ne puoi fare dei tuoi cioccolatini?)
A quelle che non credono che amore e sacrificio
siano sinonimi.
A quelle che sono sempre giovani.
A quelle che
invecchiano con grazia e con grinta.
A quelle che non si sono
rassegnate.
A quelle che non si autoassolvono.
A quelle che guardandosi
allo specchio si vedono dentro.
A quelle che si ribaltono dal ridere
quando sentono parlare della "crisi del maschio".
A quelle che sono
dure e tenere.
A quelle che scaldano cene precotte.
A quelle che le
altre donne non sono nemiche.
A tutte noi, compagne di strada.
Perchè
non scordiamo che
"GINGER ROGERS FACEVA TUTTO QUELLO CHE FACEVA FRED ASTAIRE,
MA ALL'INDIETRO E COI TACCHI ALTI!"

[thanks Ritaz!]

mercoledì 3 marzo 2010

giovedì 25 febbraio 2010

noi ce li abbiamo naturali

...ma ci piace anche farceli, i boccoli!!



nota: don't ask me why -uno solo capirà! o_O

martedì 23 febbraio 2010

Questo non me lo perdo proprio

L'abbonamento a "Il Canemucco" - perchè sì - e non c'è bisogno di spiegare oltre.
Ne faccio sicuramente 1 - tutto per me! - ma se ci sono altri 2 estimatori li aspetto.
Fino al 1 Marzo, però. Poi lo faccio.
Davvero.

giovedì 11 febbraio 2010

chi vuole giocare a SHOGI ?

Giovedì 25 febbraio alle ore 21 presso l’associazione “la finestra sul mondo” , in via Cesarea 103 rosso a Genova, si terrà una serata di presentazione del gioco dello shogi, versione giapponese del gioco degli scacchi.

(grazie Filippo!)

martedì 2 febbraio 2010

Hiroshima mon Amour

wow, non avrei mai creduto di potermi innamorare di un profumo senza averlo neanche annusato, solo per una descrizione letta in un blog, anzi, un profumo che ancora neanche esiste, MA... sì, può succedere, se si tratta del blog di una "Professionista dell'olfatto" (posso definirti così??), ovvero BERGAMOTTO E BENZOINO - leggere per credere!!
... e poi non venite a lamentarvi con me, che vi avverto: si tratta di "droghe pesanti", che danno dipendenza e assuefazione...
(hem, un grazie al Fratellone che mi ha fatto conoscere questo sito, in attesa di conoscere la persona che lo scrive e, naturalmente, di provare il Profumo...!!)

lunedì 4 gennaio 2010